Il fantasy - From my wishlist #1

By Sara Ferrari - aprile 29, 2017

From my wishlist è una rubrica che ho scoperto leggendo il blog Divoratori di libri. L'ho trovata davvero carina anche perché l'autrice del blog segue dei temi e ho deciso di prenderla in prestito per raccontarvi quello che la mia infinita lista dei desideri contiene.

In questo primo appuntamento vi propongo qualche libro di uno dei miei generi preferiti: il fantasy.

L'amore per questo genere nasce quando a 11 anni mia madre mi regalò il primo libro di Harry Potter, aprendomi la strada verso un mondo di magia, draghi e chi più ne ha più ne metta.
Andando avanti con gli anni ho scoperto altri autori e altre storie, che sono andate ad arricchire la mia lista dei desideri.

IL FANTASY

J.R.R. TOLKIEN - I FIGLI DI HURIN

Húrin è un cavaliere, fraterno amico del suo re; è sposato con Morwen e ne ha avuto un primo figlio, Túrin. Quando Túrin è ancora un bambino, Húrin deve partire per combattere contro il perfido signore del male Morgoth, che prima lo cattura e poi lo tortura, per farsi dire dove si sono rifugiate le truppe superstiti. Poiché Húrin resiste, il signore del male lo minaccia: se non confesserà, a pagare sarà la sua famiglia. Per fortuna, nel frattempo, la saggia Morwen decide di allontanare Túrin, e lo manda da un re amico, Thingol. Túrin cresce e a diciassette anni si sente pronto per diventare anche lui cavaliere e andare alla ricerca di suo padre. Unendosi a una banda, Túrin si mette in viaggio e fra scorribande, assalti a tradimento e avventure di ogni genere, riesce a sfuggire agli uomini di Morgoth che lo inseguono, di regno in regno. Dopo essersi rifugiato presso un altro re, sotto falso nome, Túrin arriva allo scontro finale. Postfazione di Gianfranco de Turris. Con una nota di Quirino Principe.

A dire il vero la mia whishlist contiene un'ampia gamma di libri di Tolkien o comunque che parlano del mondo che ha creato, ma non potevo di certo inserirli tutti, sarebbe stato un post infinito.


C. PAOLINI - BRISINGR

Molte cose sono cambiate nella vita di Eragon da quando l'uovo di Saphira è comparso sulla Grande Dorsale: suo zio è stato ucciso, Brom si è sacrificato per proteggerlo dai Ra'zac, il fratello che non sapeva di avere si è rivelato uno dei suoi peggiori nemici. Molte cose sono cambiate, altre no: Galbatorix opprime ancora Alagaësia e il giovane Cavaliere e la sua dragonessa rimangono l'ultima speranza di detronizzarlo. Ma Eragon è davvero all'altezza di questo compito? Murtagh e Castigo si sono dimostrati avversari pericolosi; il sangue di cui si è macchiato tormenta le sue notti insonni; l'arma che gli era stata donata non è più nelle sue mani. E non c'è tempo per tornare dagli elfi, non c'è tempo per riposare, non c'è tempo per trovare una nuova spada: Katrina è nelle mani di Galbatorix, e per salvarla bisogna entrare nell'Helgrind, dove ogni giorno si compiono orribili sacrifici umani...

Ho letto sia Eragon che Eldest e li ho amati, poi, ho dovuto aspettare la pubblicazione del terzo capitolo della saga e tra un compito in classe e un'uscita con gli amici me ne sono completamente dimenticata, e adesso la voglio riprendere. 


J.K. ROWLING - GLI ANIMALI FANTASTICI E DOVE TROVARLI

Non c'è casa di maghi in tutto il paese dove non troneggi una copia di "Gli animali fantastici: dove trovarli". Ora, solo per breve periodo, anche i Babbani avranno la possibilità di scoprire dove vivono i Quintaped, cosa mangiano i Puffskein e perché è cosa saggia non lasciare latte in giro per i Knarl.

Da amanti di Harry Potter non posso non inserire questo.



A. SAPKOWSKI - IL GUARDIANO DEGLI INNOCENTI

Geralt è uno strigo, un individuo più forte e resistente di qualsiasi essere umano, e si guadagna da vivere uccidendo quelle creature che sgomentano anche i più audaci: demoni, orchi, elfi malvagi... Strappato alla sua famiglia quand'era soltanto un bambino, Geralt è stato sottoposto a un durissimo addestramento, durante il quale gli sono state somministrate erbe e pozioni che lo hanno mutato profondamente. Non esiste guerriero capace di batterlo e le stesse persone che lo assoldano hanno paura di lui. Lo considerano un male necessario, un mercenario da pagare per i suoi servigi e di cui sbarazzarsi il più in fretta possibile. Anche Geralt, però, ha imparato a non fidarsi degli uomini: molti di loro nascondono decisioni spietate sotto la menzogna del bene comune o diffondono ignobili superstizioni per giustificare i loro misfatti. Spesso si rivelano peggiori dei mostri ai quali lui dà la caccia. Proprio come i cavalieri che adesso sono sulle sue tracce: hanno scoperto che Geralt è gravemente ferito e non vogliono perdere l'occasione di eliminarlo una volta per tutte.

Un'altra saga, ma a differenza delle altre che bene o male ho già potuto conoscere, di questa non so proprio nulla e mi incuriosisce tanto. 

Che ne pensate? Avete letto qualcuno di questi libri? Vi sono piaciuti? Fatemi sapere :) 

  • Share:

You Might Also Like

0 commenti