Trame d'assenza (D. Uria)

By Pagine e Parole - novembre 27, 2017

Se nella velata notte
dovessi udire
una disperata voce
colma di disillusione,
verresti a salvarmi
con le tue ali dorate?



Autore: Davide Uria
Titolo: Trame d'assenza
Editore: AUGH! Edizioni (Aprile 2017)
Prezzo: 9.90 €
N° pagine: 72

"Trame d'assenza" di Davide Uria è la narrazione in versi di un perdersi e di un ritrovarsi continuamente. È la storia di ogni lettore che riesce a immedesimarsi emotivamente nei luoghi interiori del poeta, profeta di se stesso e di tutto quello che accade nell'animo umano. Dagli abissi tenebrosi del dolore alla luce salvifica della vita: è il percorso di un riscatto che fa delle parole la propria guida, è lo svelamento dell'inconscio nel mistero sorprendente del pathos.


Trame d'assenza mi è stato inviato qualche tempo fa dall'autore, Davide Uria, che mi chiese di recensire la sua raccolta di poesie. 
Ho sempre un po' di paura a commentare la poesia, perchè non la capisco mai a pieno e fatico a coglierne l'essenza. 

Una delle cose che ho gradito di più è la vicinanza alla natura: l'autore si ispira a tutto ciò che lo circonda, in particolar modo agli elementi naturali, come il mare, il vento o la neve. Questo contribuisce a creare una visione incredibilmente profonda, con parole cariche di emozioni e sensazioni. 

Il turbamento è in molte poesie: un buio che avvolge e corrompe l'anima e il corpo. Si percepisce un velo di tristezza e malinconia, ma allo stesso tempo si intravede una piccola speranza, la volontà di tornare ad essere felice.  

Leggendo Trame d'assenza ci si perde, ma si continua a cercare il modo per ritrovarsi. 
È un testo ricco di parole forti, che creano immagini altrettanto forti.

  • Share:

You Might Also Like

0 commenti